mercoledì , agosto 23 2017
Home / Blog / Perché le donne odiano il calcio?
Ragazze ad una partita di calcio

Perché le donne odiano il calcio?

Ragazze ad una partita di calcio. Perché le donne odiano il calcio?
Parto subito in difesa, non tutte le donne odiano il calcio anzi, esistono anche alcune agguerrite eccezioni. Ma nella stragrande maggioranza dei casi, le donne lo detestano. Se queste donne si accompagnano ad uomini tifosissimi beh, la frittata è fatta.

In un rapporto di coppia il tema calcio causa sempre qualche conflitto, inspiegabile per lui, inesorabile per lei. I weekend poi, non ne parliamo, sono i momenti della settimana che le donne detestano di più e indovinate perché?

Sabato e domenica sprecati a far da tappezzeria al divano quando ci sarebbero molte cose decisamente più interessanti da fare.
– Un po’ di sanissimo shopping magari?
– Sì, ma solo dalle 10 alle 10.30 del mattino e magari un’oretta dopo le 18.00, che poi alle 20.00 inizia la partita e devo guardare tutto il prepartita…
– Ok, allora facciamo domani? Devo andare all’Ikea a cercare i cuscini per…
– NO! Domani c’è la prima di campionato, devo guardare i gol, seguire i commenti su twitter, aggiornare il mio profilo facebook, telefonare all’amico tifoso della mia stessa squadra, ruttare sul divano e urlare tanto da far capire a tutto il condominio che la mia squadra ha segnato. E magari anche al condominio di fianco!
– E allora dillo che non vuoi andare all’Ikea, c’è bisogno di trovare scuse tanto stupide?

Ecco, forse proprio gli eccessi nell’esultare sono la cosa che ci irritano di più. Stai tranquilla a lucidare la cucina, assorta nei tuoi pensieri, fantasticando su quale sarà il tuo prossimo lavoretto in casa o a che punto sia rimasto l’ultimo progetto all’uncinetto e… “SIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII! Evvai!!!! Così mi piacete!” urlato a squarciagola in contemporanea da tuo marito e da tutti i mariti del palazzo, creando un’onda sismica. Lo spavento per quell’esplosione improvvisa causa:
– attacco cardiaco con annesso terrore che sia successo qualcosa di terribile
– il secchio dell’umido rovesciato sul pavimento a causa del sobbalzo proprio mentre gettavi via gli ultimi resti della cena
– la bimba appena addormentata con estrema fatica ed enorme soddisfazione, si sveglia scoppiando in un pianto disperato
– il cane corre per tutta casa terrorizzato finendo per infilartisi tra le gambe ad ogni passo, con conseguente pericolo di cadute
– cuscini e tutto ciò che stava sul divano, comprese patatine e bibite, volati per tutta la stanza
E poi vi chiedete perché le donne odiano il calcio?

About Carla Medda

Carla Medda
L’essere diventata mamma per me è stata una grandissima opportunità di crescita personale e professionale. Il mio blog è la mia seconda anima, la vera essenza di me. Grazie a lui ho imparato tanto, sia sul lavoro che sulle relazioni personali. Un amico che, spero, mi accompagnerà ancora per tanti anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *