martedì , maggio 23 2017
Home / Mamme / Gravidanza / Prima settimana di gravidanza: cosa succede al tuo corpo
Ottava settimana di gravidanza: sintomi, esami e consigli

Prima settimana di gravidanza: cosa succede al tuo corpo

Durante la prima settimana di gravidanza non sei ancora incinta perché il conteggio delle settimane di gravidanza parte dal primo giorno dell’ultima mestruazione. Quindi, ti starai chiedendo, come mai si parla di prima settimana se in effetti non è ancora avvenuto il concepimento?

Il motivo è semplice: la gravidanza effettiva dura circa 38 settimane. Il concepimento avviene approssimativamente a metà del ciclo mestruale, cioè due settimane dopo l’inizio della mestruazione. Tuttavia l’ovulazione femminile non è sempre precisa e stabilire con esattezza il giorno esatto in cui ovulo e spermatozoo si incontrano durante il concepimento potrebbe diventare difficile, se non addirittura impossibile in alcuni casi.

Per questo motivo per comodità si calcola la prima settimana di gravidanza a partire dal primo giorno dell’ultima mestruazione e il termine viene stabilito alla quarantesima settimana, 280 giorni in totale, anziché la trentottesima settimana.

In questo modo, quando avverrà il concepimento sentirai già parlare di 3 settimana di gravidanza e non di prima settimana di gravidanza effettiva.

Cosa avviene nel tuo corpo nella prima settimana di gravidanza

il-tuo-corpo-rossoDurante la prima settimana di gravidanza si è in pieno periodo mestruale. Il rivestimento interno dell’utero arricchitosi di vasi sanguigni e ghiandole durante la fase luteica del ciclo mestruale e chiamato endometrio, si sfalda e viene espulso tramite il flusso mestruale.

Consigli per la prima settimana di gravidanza

consigli-azzurroNel momento in cui stai leggendo questo articolo non sei ancora in stato di gravidanza e magari stai tentando, assieme al tuo compagno, di concepire il vostro bambino.

Se hai condiviso questo tuo desiderio con amiche e familiari, sicuramente sarai stata sommersa da mille consigli e teorie. In verità non esiste una ricetta o una scienza esatta che ti permette di rimanere incinta “a comando”. Uno stile di vita sano, alimentazione regolare, evitare fumo attivo o passivo e fare dello sport sono consigli generali per una buona qualità di vita che valgono anche in questo caso.

Se stai cercando un bimbo, puoi già iniziare a prendere l’acido folico, un integratore alimentare che, come è ampiamente noto nella letteratura scientifica, aiuta a ridurre sensibilmente la possibilità di danni al tubo neurale durante le prime fasi di sviluppo dell’embrione. L’assunzione di questo integratore al di fuori di una gravidanza conclamata permette di arrivare al concepimento con livelli di acido folico ideali per lo sviluppo corretto del bimbo.

Esami da fare nella prima settimana di gravidanza

esami-rosso

Però, nel caso in cui la ricerca del vostro bambino si stia protraendo per più di un anno, è possibile che il ginecologo ti consigli di effettuare dei dosaggi ormonali, per quantificare la quantità di ormoni femminili presenti nel sangue durante le varie fasi del ciclo mestruale. Durante la prima settimana di gravidanza, tra il giorno 3 e 5 del ciclo mestruale, è possibile eseguire il dosaggio dell’Ormone Follicolo Stimolante (FSH): i livelli di FSH presenti nel sangue durante la fase follicolare del ciclo mestruale danno indicazioni sulla funzionalità ovarica della donna in età fertile. Per approfondimenti, potrebbe esserti utile consultare la lista degli esami del sangue da fare nel primo trimestre di gravidanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *