sabato , settembre 23 2017
Home / Mamme / Allattamento / Smettere di allattare dopo un anno

Smettere di allattare dopo un anno

smettere di allattare al compimento del primo anno

È passato un anno dal giorno in cui il mio secondo mostriciattolo è nato. È incredibile come passi velocemente il tempo, sembra ieri che la stringevo tra le braccia un attimo dopo la sua nascita, con ancora il cordone ombelicale che ci teneva unite.

Quel cordone ombelicale faccio ancora fatica a credere che sia stato reciso ed oggi è il giorno in cui avevo deciso, mi sarei data una regolata.

Sì, perché la mia piccola pulce ha compiuto un anno ed io ancora la allatto al seno. Per carità, è un traguardo che mi ero prefissata anche con la prima e sono ben felice di avercela fatta. Ma la bimba si sta facendo grande, ha due dentini affilati come rasoi e non manca mai di ricordarmelo associando al mozzico una smorfia da monella che mi fa impazzire, d’amore e di dolore assieme! È davvero arrivato il momento di smettere di allattare, e il suo compleanno ha scandito il gong…

Temevo questo giorno dal momento in cui è nata, avevo la piena percezione del fatto che avrei sofferto nello smettere di allattare, e infatti eccomi qui. Non voglio negarglielo del tutto, ma giorno dopo giorno le proporrò qualcosa di diverso quando vorrà essere coccolata o consolata, lasciando il momento del sonno per ultimo. Mi vergogno un po’ a dirlo, ma senza il seno non sono ancora stata capace di addormentarla…

Mi mancheranno tantissimo i suoi sguardi compiaciuti, le sue carezze sul petto, il nostro momento di pausa dagli impegni quotidiani. Sono sensazioni incredibili che quasi certamente non proverò mai più nella mia vita, ma di cui conserverò per sempre un bellissimo ricordo.

E nonostante questo mio piccolo sfogo oggi deve essere un giorno felice, perché la mia pulcina compie un anno e, ne sono certa, in men che non si dica me la ritroverò già grande. Così come è stato per sua sorella, naturalmente.

Quindi bando alle ciance, vado a preparare la torta, anzi, le tortine!

About Carla Medda

Carla Medda
L’essere diventata mamma per me è stata una grandissima opportunità di crescita personale e professionale. Il mio blog è la mia seconda anima, la vera essenza di me. Grazie a lui ho imparato tanto, sia sul lavoro che sulle relazioni personali. Un amico che, spero, mi accompagnerà ancora per tanti anni.

3 commenti

  1. Io credo che l’amore non possa essere irreggimentato dentro scadenze e buoni propositi. E l’allattamento è un grandissimo scambio d’amore tra mamma e bambino.
    Non c’è alcun motivo fisiologico per smettere di allattare dopo il primo anno d’età. Anche l’OMS consiglia di allattare almeno fino a due anni…
    Quindi se cercavi un buon motivo per continuare, spero di avertelo fornito!
    Buona giornata e buon compleanno a voi due!
    A presto!
    🙂

    PS: Binotto ha 30 mesi e lo allatto ancora…:-)

    • LaTorreDiCotone

      Grazie cara, sei davvero gentilissima 🙂
      No, so benissimo che non possono esserci scadenze e che l’allattamento non è qualcosa che vada programmato. Ho allattato a richiesta entrambe le mie bimbe, fregandomene totalmente degli orari o del fatto che avesse mangiato da meno di mezz’ora. Credimi, sono tutto fuorché fiscale in tema di allattamento.
      Ma la bimba sta mostrando grande interesse verso il cibo dei grandi e spesso non riesce a terminare il suo pasto perché magari proprio prima voleva essere consolata ed io non riuscivo a farlo diversamente se non offrendole il seno, per fare un esempio.
      In più sono davvero molto stanca. Di mio ho un metabolismo ultraveloce e sono sempre stata molto magra, l’allattamento mi sta deteriorando tantissimo, pensa che dal momento del parto ho già perso più di 20 kg, e continuo a perderli al ritmo di un chilo ogni due settimane, più o meno. Non si tratta di mangiare poco o tanto, perché mangio davvero tantissimo! Purtroppo non assimilo e vorrei fare alcuni esami o seguire delle cure che, allattando, non potrei iniziare.

      Mamma mia, ho scritto un papiro! Si vede che sono giù? 😛

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *